Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

calcioscommesse: 6 squadre a rischio retrocessione

lega-proSono sei i club che rischiano la retrocessione per le vicende legate all’inchiesta sul calcio scommesse: Brindisi (in Serie D), Catania e Teramo (attualmente in Serie B), Savona, Torres e Vigor Lamezia (iscritte in Lega Pro). Complessivamente ci sono 36 società coinvolte a vario titolo (7 per responsabilità diretta, quindi a rischio retrocessione), oltre 100 deferimenti in arrivo per illecito sportivo, associazione finalizzata all’illecito e divieto di scommesse. Attenzione, poi, a Brescia-Catania: se tale partita sospetta verrà esclusa dai deferimenti, i lombardi sarebbero a un passo dal ripescaggio in Serie B (impossibile da chiedere per squadre che hanno commesso illeciti sportivi nelle ultime stagioni). Il sito Gazzetta.it ci aggiorna sui tempi di svolgimento dei processi. Nella giornata di ieri, 21.07 la Procura federale ha inviato la notifica della chiusura delle indagini sul calcioscommesse relative alle indagini delle procure di Catanzaro e Catania, con oltre 100 deferimenti in arrivo. Gli interessati, dopo il taglio dei tempi voluto dalla FIGC, avranno a disposizione solo tre giorni (sabato, lunedì e martedì) per difendersi davanti al procuratore Stefano Palazzi. Una scelta fatta per accelerare i procedimenti e che consentirà alla Procura di emettere, a metà della prossima settimana, i propri provvedimenti. Se non vi saranno intoppi, il processo di primo grado (Tribunale federale) si consumerà entro Ferragosto, il secondo grado (Corte d’appello) prima di settembre. Una velocità che stride con la proverbiale lentezza della giustizia ordinaria italiana, ma che rischia di limitare fortemente il diritto di difesa, con il conseguente proliferare di successivi ricorsi ed appelli. Un caos foriero di ulteriori problemi.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *