Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Non solo brutti, anche pericolosi

DSC_6251Avete mai visto una cosa più brutta dei parallelepipedi colorati di via Dossena? Dopo aver desertificato il commercio della strada con ben due mesi di chiusura (quasi tutti i negozi hanno dovuto abbassare le serrande per sempre) oltre le promesse della giunta Rossa, la ciliegina sulla torta è stata la collocazione di questi “meteoriti” (chiamarlo arredo urbano ci pare, francamente, troppo) indebitamente ispirati a Mondrian, completamente avulsi dall’architettura circostante. Purtroppo, però, il problema non è solo estetico (queste valutazioni sono sempre personali). Gli orridi parallelepipedi, infatti, sono anche pericolosi, nonostante qualche malato di piaggeria abbia sostenuto il contrario. Alcuni lettori di Hurrà Grigi, infatti, ci hanno segnalato che già alcune persone anziane ed un paio di bambini hanno inciampato, per fortuna senza gravi conseguenze, in quelli più bassi ed in particolare quelli collocati davanti all’ufficio postale. Così bassi sono un vero pericolo per chi non sia molto attento. Saranno state persone particolarmente distratte, ma non si può pretendere che i pedoni girino col “sensore di parcheggio”. Se vai in via Dossena inciampi nei parallelepipedi, se percorri le altre vie del centro, a piedi o con qualunque mezzo, precipiti nelle buche, rischiando caviglie, ruote e ammortizzatori. Una città a misura d’uomo (e di terzo mondo). La sindaca, intanto, si preoccupa di rimuovere i manifesti sessisti.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *