Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Un sogno raggiungibile

[GSM Photo]
[GSM Photo]
Siamo lì. Ad un passo, concentrati, pronti, grigi, vivi. Siamo lì e nessuno potrà permettersi di spegnare la nostra speranza, di stroncare il nostro sogno. Altra partita, altra battaglia. Questa volta sotto con il Monza, una compagine che da sempre lotta per obiettivi importanti, una compagine che non ci sta a perdere, che teme la tana ma ha forza per cercare di espugnarla. Dall’altra parte ci siamo noi: sognatori irriducibili, dall’imparagonabile potere morale, dai vecchi sogni infranti, dai nuovi sogni pulsanti. Sognatori che non mollano, sognatori dalla speranza immortale, immortale come l’amore e la dedizione verso colori unici al mondo. ‘È una questione di appartenenza’, e questa appartenenza, ora in particolar modo è tutto. Serve a crederci, a vivere tutto questo come un grande privilegio, a guardare verso il cielo e a dirci che forse sta volta tocca davvero a noi. Chi si sente grigio c’è e ci deve essere, chi si sente completo solo al Moccagatta deve aiutare a completare davvero questo raggiungibile sogno. Due punti ci separano a quella vetta che abbiamo preso e perso più volte in questo campionato, due punti che ci separano dal nostro ‘Ce l’abbiamo fatta’, dal nostro ‘Finalmente ci siamo’. Due miseri e abbordabili punti. Forza di volontà, concentrazione e speranza: il mix perfetto per provare l’assalto. Tutti insieme come una famiglia, come la più grande famiglia. Pensiamo al nostro percorso e fissiamoci quel determinato (e determinante) obiettivo. Ora tocca a noi, tutti: scrolliamo questa nostra città, questa nostra storia, questo nostro futuro. Tutti: HURRÀ GRIGI!

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *