Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

ormai è volata a tre!

IMG_8381Silvio, è ormai volata a tre?

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Salvo sorprese, direi proprio di sì.

 

Non temi un ritorno di Pavia e Como?

Tutto è possibile, ma il Pavia è una squadra squilibrata, tanto spettacolare in attacco, quanto fragile in difesa e non mi incute particolare timore.

Quanto al Como, quello visto al Sinigaglia contro i grigi mi è apparso a dir poco inconsistente.

Quindi, per tornare alla tua prima domanda, vedo una volata a tre.

 

Temi di più il Bassano o il Novara?

Entrambi allo stesso modo: il Bassano è la squadra più tecnica e completa di tutto il campionato, ma il Novara ha giocatori che potrebbero addirittura reggere la serie A e, essendo avvezzo a palcoscenici di maggior prestigio, mi sembra l’undici più solido anche dal punto di vista della tenuta psicologica.

 

Sei felice del 3 a 0 rifilato alla Propatria?

Sono felice dei tre punti incassati, come si doveva fare.

 

Sembri quasi critico nei confronti degli uomini di mister D’Angelo.

Diciamo che l’Alessandria ha confermato di non esprimere un gioco spumeggiante.

 

Ma abbiamo vinto 3 a 0 !

Certo! Ma non dimenticare che ospitavamo la penultima in classifica e che abbiamo giocato per quasi due terzi di partita con un uomo in più. Ciononostante, abbiamo tirato in porta solo 5 volte in 90 minuti e abbiamo concesso agli ospiti diversi sprazzi di gioco sulla trequarti.

 

E allora che cosa manca all’Alessandria?

A radiografare le ultime prestazioni, gli attaccanti in generale (e Marconi in particolare) stanno attraversando una fase di sterilità e poi c’è il solito endemico problema della mancanza di una direzione d’orchestra al centro del campo.

 

Obodo non basta?

Obodo è certamente migliorato, tant’è che azzarda molto di più i lanci in verticale, ma non è ancora quel giocatore con in mano le redini della manovra di cui la squadra avrebbe, a mio avviso, bisogno.

 

Marconi sta deludendo?

Tutt’altro!

 

Ma se hai appena detto che sta attraversando una fase di sterilità!

Marconi difende la palla in un modo straordinario ed è raro vedergli sbagliare un passaggio, ma gioca troppo spesso lontano dalla porta, alla quale volta addirittura le spalle: se segna poco, ultimamente, non è quindi per demerito suo, ma in conseguenza del ruolo di grande sacrificio che svolge in mezzo al campo.

 

E Iunco ti piace?

Fino ad ora abbiamo sostenuto che Taddei è il giocatore più tecnico dell’Alessandria: Iunco ha una tale familiarità col pallone e dei colpi di genio che se la gioca sicuramente con il primo per la palma di più talentuoso.

 

Avanti così allora?

Con le tue domande mi spingi sempre a cercare il fatidico pelo nell’uovo, ma, in questo momento, mi importa ben poco dell’estetica del gioco. Ciò che conta è vincere il più possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *