Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Tradizionale o Unificato è uguale: il ‘3vs3’ per i Bulls è sempre d’oro

Bulls Biella per HGUn vero e proprio tour de force quello sostenuto dai Cissaca Bulls domenica scorsa a Biella in occasione della Tappa dello Special Basket 2015 dedicata alla disciplina del 3vs3. Alla palestra ‘Rivetti’ i Tori, chiamati a confermare l’oro conquistato nella passata edizione, partono con il piede giusto regolando con relativa facilità i padroni di casa dell’Asad. Il secondo match di giornata si dimostra sin da subito più impegnativo. Il Pandha Torino si rende protagonista di una partenza bruciante con la guardia Sasso che infila tre bombe di fila per un parziale di 9 a 2. Il Time out e il passaggio alla difesa a uomo per cercare di limitare la vena realizzativa dei cugini danno buoni frutti e riportano i mandrogni in perfetta parità a 30’ dalla sirena. Kondi si prende la responsabilità del tiro del possibile vantaggio, ma viene controllato bene dagli avversari che sul rimbalzo mettono a referto il canestro del +2 finale. Non c’è tempo di recriminare sulla sconfitta. I Bulls cercano un immediato riscatto contro il Vivere Sport che schiera nel roster Davide Gigliotti anche lui convocato come Emilian Fishta per i Giochi Mondiali Special Olympics di Los Angeles 2015. Il duello fra i due play si fa subito acceso, ma è l’alfiere del Cissaca a salire in cattedra nella seconda metà di gara mettendo a segno un 5 su 7 dal campo per un tabellino personale di 11 punti che significa seconda vittoria di giornata e accesso garantito alla finale per l’oro dove ad attendere i Bulls ci sono ancora gli avversari di sempre del Pandha. La chiave del match sta tutta nell’intensità difensiva e coach Petrozzi decide di partire forte con una ‘uomo’ molto aggressiva. In campo un terzetto rapido e veloce per cercare di sfruttare il penetra e scarica di Kondi che permette al centro Bragato di dominare nel colorato. Partita interpretata in maniera perfetta da Stasio e compagni che conquistano meritatamente il gradino alto del podio con un 20-4 finale che non lascia spazio a repliche. Pochi minuti di riposo e si parte con il 3vs3 Unificato (atleti con e senza disabilità insieme nello stesso campo), disciplina al suo esordio nel panorama nazionale Special Olympics. Anche per questo i Tori, che vorrebbero essere i primi ad entrare nell’albo d’oro come team vincente della prima edizione della manifestazione, partono forte contro il Cuore Matto Torino. Ottima performance di squadra sotto la sapiente regia del partner Buzzi e primo successo raggiunto senza eccessivi patemi. Il resto del percorso è netto e consente ai Bulls di conquistare la seconda finalissima di giornata. Di fronte i lombardi della Polisportiva Senna che schierano un altro azzurro ai prossimi Mondiali, l’ala Samuele Dusi. Dopo un sostanziale equilibrio nelle prime fasi del match i Tori cominciano a macinare gioco e costruiscono punto a punto un vantaggio di +9 che riescono a conservare sino alla sirena. Secondo oro e grandissima soddisfazione per lo Staff tecnico mandrogno che vede questo doppio importante successo come il suggello di un percorso lungo, impegnativo, ma ricco di soddisfazioni dentro e fuori dal campo. Prossimo appuntamento domenica 8 marzo ad Asti per un match amichevole contro gli amici della A.S. ‘Pegaso’.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *