Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Avbc: il Lingotto va a più 3

13La gara di sabato al Pala Coni ha visto scontrarsi le ragazze di coach “Ius” e il Lingotto Volley, che ha conquistato la vittoria per 3 a 0.
Nonostante la classifica, le alessandrine hanno dimostrato maggior grinta rispetto alle partite passate ma questo non è bastato a conquistare tre punti pieni contro la quarta in classifica.
Nella prima frazione, Ius schiera in campo Catasti al palleggio, Sacco e Fracchia al centro, Visconti d’ opposto, Mascaro e Pilotti di banda e Rossi da libero.
Il set parte bene, le padrone di casa riescono a mantenere concentrazione e grinta anche in frangenti difficili portandosi 23-19: purtroppo un errore in battuta, qualche fischio di troppo dell’ arbitro e un difesa più incisiva delle ospiti, spingono il punteggio 24 pari. Vittoria al Lingotto per 26-24.
La seconda frazione vede schierata la formazione titolare ma questa volta il set non parte benissimo.
Le ospiti si portano subito in vantaggio ed è difficile per le alessandrine recuperare i punti persi. Gli errori iniziano a sommarsi agli errori: i troppi servizi regalati incidono sull’ andamento del set. Ius chiama un doppio cambio, Galazzo su Catasti e Negro su Visconti ma questo tentativo, seppur discreto, non basta.
Le due squadre si portano sul 22 pari. Due falli consecutivi non fischiati dall’ arbitro, fan concludere il set 23-25.
La terza frazione non è molto diversa dalla seconda.
Negro sostituisce Catasti sul 15-13 delle ospiti: le alessandrine riescono a recuperare qualche punto a fatica ma tutto viene vanificato dagli errori al servizio. Si conclude 21-25.
Il Lingotto ha preparato molto bene la partita, ricevendo e difendendo “a zona”, seppur non avendo attaccanti troppo incisivi.
Sabato prossimo si giocherà a Biella, terza in classifica e coach Ius sta già preparando le sue atlete per lo scontro: voglia e grinta non mancano ma la concentrazione e la determinazione deve continuare ad essere allenata.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *