Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

lotteremo fino alla fine

IMG_0887Consueto faccia a faccia col Direttore di Hurrà Grigi, Massimo Taggiasco.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Silvio, andiamo in serie B?

Non lo so (d’altro canto, se ti dicessi di no i lettori si “incazzerebbero”, se ti dicessi di sì toccherebbero non dico dove). Però, di una cosa sono certo: l’Alessandria può disputare un campionato da protagonista.

 

Non sono soddisfatto della risposta, voglio di più!

Ad oggi abbiamo 9 possibilità su 10 di fare i play – off; vincerli, con soli quattro posti disponibili su tre gironi, sarà durissima.

 

Come ti sembra il livello medio del girone dell’Alessandria?

Non elevato. Tant’è che il Como, nella partita che abbiamo vinto al Sinigaglia, è stato penoso ed anche il Pavia ha dimostrato di avere diversi punti deboli. Non ho assistito alla gara persa dall’Alessandria a Vicenza, ma posso dirti che le uniche due squadre veramente temibili che ho visto giocare sono il Novara ed il Bassano: qualitativamente, credo che abbiano qualcosa in più dell’Alessandria.

 

Più forte il Bassano od il Novara, secondo te?

Più solido il Novara, più tecnico il Bassano, in ogni caso due brutti clienti.

 

I grigi, comunque, hanno ottenuto 6 vittorie consecutive e veleggiano in alto.

L’Alessandria sta vivendo un momento di forma strepitosa e D’Angelo, dopo un po’ di esperimenti, sembra aver trovato una sorta di formazione tipo.

 

Condividi le sue scelte?

Penso che nelle ultime partite abbia scelto pressoché sempre il miglior undici che aveva a disposizione ma, soprattutto, penso che tutti i giocatori dell’Alessandria siano vicini al top della forma e che, nell’ultimo mese e mezzo, il collettivo sia stato prossimo al cento per cento del proprio rendimento.

 

Un esempio per tutti?

Un Rantier come quello delle ultime partite, l’anno scorso era impensabile: a 31 anni, contro il Bassano, ha fatto persino il terzino e alla fine è uscito sulle ginocchia, ma quanta benzina aveva….

 

Il pensiero corre al passato: come collochi questa squadra tra quelle che l’hanno preceduta nella storia grigionera?

Seguo i grigi non solo da tifoso, ma anche da giornalista da 18 anni e non è difficile dire che questa è una delle tre formazioni più forti di questo periodo, assieme a quella di Enzo Ferrari del 96/97 (l’ultima grande Alessandria di Gino Amisano) e a quella di Maurizio Sarri del 2010/11.

 

Ti è piaciuto il colpo d’occhio del “Mocca” mercoledì sera?

Vedere altre 2600 spettatori e una Curva Nord così gremita alla luce dei riflettori è uno di quegli spettacoli ai quali avremmo voluto assistere più spesso in questi anni e che vorremmo vedere di più in futuro. Questa società se lo merita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *