E, all’improvviso il mondo impazzì…

RIMG2146C’era una volta, anzi due, non una, non due, neanche tre: C’è adesso! C’è ora una novità!! E che novità!!! Il pianeta Terra ed i suoi “Abitatori” stanno per impazzire, anzi sono già impazziti. Impazzirono perché sparì la “normalità” del consueto: l’ordine fino ad allora in vigore si disarticolò: Sparirono le lunghe file agli sportelli che si formavano solitamente per ogni occasione. L’Uomo si mise al servizio dell’Uno – così semplicemente – non fu molto difficile, bisogna riconoscerlo, era come bere un bicchiere d’acqua, sembrava qualcosa di impossibile, di trascendentale, d’irraggiungibile, ma fu molto semplice: anzi semplice, semplice. Riapparì il ragazzo della Via Gluck; si risentirono le canzoni del Grande Tenco, i travagli, i tormenti espressi da quelle note servivano per la grande “Catarsi”; i ghiacciai rimasero tali; non si parlò più di buchi neri e trame colorate; i fiumi, non uscirono più dal loro letto; i laghi non tracimarono; il Longarone, Il Polesine, Seveso, l’Irpinia assunsero pose e conformazioni idilliache.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Le stagioni ritornarono ad essere quattro; il sole apparì per dare calore e non fiamme; l’acqua che cade dal cielo, venne mandata dal Buon Dio per irrigare i campi, abbeverare gli animali e dissetare gli umani; il vento non si trasformò più in tornado o in uragano; la Terra si spogliò dei Parassiti e dai germi, diede frutta e verdura abbondante e deliziosa. L’Uomo si rifiutò di <coltivare> cemento; piantò dappertutto alberi e rampicanti, fiori e frutti. Una enorme Foresta planizia prese il “sopravvento”. L’aria come d’incanto divenne respirabile e salubre. Nessuno più fumò, si fermarono persino le ciminiere e i camini visti i passi avanti ‘indotti’ dalla “Buona Scienza” e dalla Tecnologia “plausibile”. Una energia pulita e senza costi (la Solidarietà) mosse Tutto e Tutti. Non ci furono ulteriori aumenti del prezzo e del sovrapprezzo termico. Il Calore subentrò in ognuno di noi: nella Donna, nell’Uomo, nel Bambino. Due cuori e una capanna fu un lieto “leit motiv”che tornò prepotentemente di moda.

La Televisione ebbe limitatissimi canali non alienanti e frammentarî. Gli “Umani” iniziarono a scaldarsi col sacro fuoco dell’Amore (non più visto come Tabù). Vennero debellati tutti i mali dei secoli. Persino, Sorella Acqua riusci a dare calore, come un tempo il petrolio. Al posto delle raffinerie si ebbero a disposizione pozzi d’acqua fresca e pura: ricchissima di preziosi elementi chimici che riuscirono a soppiantare del tutto le medicine.

All’improvviso il mondo impazzi… (.)  E, anche la Terra ne risentì gli effetti. La Foresta amazzonica non conobbe più disboscamenti, un incredibile polmone  verde avanzò vigorosamente. La Piana calabra   ridiventò di colore giallo-verde, come i briosi colori della Felice Nazionale di calcio “carioca”. Una sterminata coltre di uliveti ed agrumeti vi  riprese vigoria.

Tutti i deserti divennero fertili, perché le abbondanti piogge autunnali (che un tempo mietevano vittime e procuravano ingenti danni) furono ivi convogliate con straordinaria ingegneria idrica.

L’acqua ritornava ad essere simbolo di fertilità e non più di disgrazie. Persino la Conca d’Oro ridiventò gialla e lucente, si smembrarono ruderi e casamenti, al loro posto: L’Arancio, il Limone, il Mandarino, il Cedro dettarono legge al malandrino. Scomparirono dal Lessico le parole “Mafia, Ndrangheta e Camorra” al loro posto numerose “Asocietà” di Mutuo Soccorso – senza scopo di lucro – con rapidi e pronti interventi si prodigarono sempre e comunque,  laddove un cittadino non più suddito ne avesse avuto il bisogno.

Il Volontariato soppiantò il “Precariato”. Lo sciopero non fu più istituzionalizzato. Tutti lavorarono per un “libero mercato”. Il mare tornò ad essere “celestiale” come pure l’Orizzonte. Il tutto fu veramente ‘straordinario’. L’ Uomo non fu più criminale, divenne estremamente ‘saggio immortale’. Non ci fu più traffico veicolare diffuso, si poteva uscire di casa a tutte le ore: Silenziose e gradevoli vetturette ‘formicalorono’ per le vie; un capillare servizio pubblico ottenne uno strepitoso risultato.

L’inquinamento si dissolse per sempre.

Add a Comment