Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Con un po’ di amarezza

Cremonese-ALAltro pareggio e nessun tipo di spiegazione. Bisogna cambiare qualcosa o bisogna aggiungere qualcos’altro? Un quesito da non sottovalutare, perché le giornate di campionato giocate stanno aumentando, proprio come i punti di distanza tra una squadra e l’altra. Volevamo condurre un campionato tranquillo ed è un obiettivo da tenere in considerazione e da non perdere mai, è necessario però sapere che tranquillità non deve e non può essere sinonimo di rassegnazione. Stiamo aspettando da troppo tempo un’occasione del genere, non si può e non si deve sprecare tutto così. Cosa c’è che non quadra? È il modulo che non gira? Non trovate sia troppo facile affermare che ‘è bella ma non balla’, senza spiegarsi il perché? Tutto sembra ovattato e sottovalutato, tutto preso alla leggera: ogni dubbio, ogni considerazione, oggi affermazione. Cos’è tutta questa tranquillità? Siamo o non siamo una squadra professionistica che punta in alto? Perché tutto questo silenzio? Alessandria, dove sei? Ci rendiamo forse conto dell’opportunità che stiamo lentamente strappando? Ci servono delle soluzioni, immediate, imminenti, radicali. Nessuno ha ancora esplicitato niente, nessuno sembra averci pensato, ma la cosa pare strana. Il modulo è incerto e varia di partita in partita, i cambi non sono chiari e la squadra di muove lenta e scoordinata. Gli interpreti sono allenati, sono pronti, concentrati, unici. Come mai non si ‘balla’? Non si può trovare l’espediente della vittoria in Coppa Italia, l’età media della compagine ligure era molto bassa e quella non era evidentemente la formazione che scende in campo durante il campionato. Ci accontentiamo di continuare verso questa opaca candela? O preferiamo muoverci seguendo la stella più alta e luminosa? La nostra città è in ginocchio: davanti alla crisi economica, davanti alla politica, davanti a un’Italia che sta cadendo a pezzi. Perché anche noi dobbiamo rimanere inginocchiati? Non vi pare di essere così da troppo tempo? Vogliamo dare una scossa a questa nostra rassegnata monotonia o continuiamo a navigare nell’ambiguità del pareggio? Ora più che mai, forza vecchio cuore grigionero, tutti uniti per quel solo e importantissimo obiettivo.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *