Hurrà Grigi

Quindicinale di calcio e non solo

Orso, dimostra il tuo valore!

 

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

(319)La classifica parla chiaro: siamo al decimo posto, ma a sole 4 lunghezze dalla vetta.

La graduatoria è cortissima, soprattutto nelle prime posizioni.

Sarebbe bastato battere il Lumezzane per rientrare veramente tra i favoriti del girone.

Invece, l’ultima trasferta ci ha regalato una delle partite più brutte di questo avvio di stagione dell’Alessandria, nonostante l’avversario non fosse certo dei più irresistibili.

Quanto vale questo Orso Grigio, quali speranze possono concretamente nutrire i tifosi?

Siamo in un momento molto delicato perché tutte le formazioni che vantano ambizioni di vertice incominciano a dimostrare il proprio valore: Arezzo, Novara, Como, Bassano.

La concorrenza è molto agguerrita e l’Alessandria sembra essersi smarrita: bella contro le grandi (Novara e Pavia), deludente in trasferta.

Molti cambi di formazione, molte varianti tattiche davanti e dietro ma, alla fine, abbiamo sempre l’impressione che i lavori in corso non abbiano mai termine.

E’ il momento di dare un volto a questa squadra, di creare un’ossatura di giocatori su cui puntare per costruire l’amalgama.

Ci pare che la grinta, la personalità non manchino, ma non basta, come non bastano i gol di Guazzo per portare a casa i tre punti.

La partita contro il Sud Tirol, che in classifica ci precede di un punto, può dirci molte cose, può farci capire se siamo solo destinati alla metà classifica o se possiamo (come dobbiamo!) puntare più in alto.

Ancora una volta, dobbiamo sapere che l’apporto dei tifosi è fondamentale. Una volta tanto, si gioca alla domenica pomeriggio! E allora, tutti al Moccagatta a fare, anche noi, la differenza!

Hurrà Grigi!

(10)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *