Tommaso Ghinassi: “Alessandria è una piazza esigente. Quello che servirebbe sarebbe riaccendere l’entusiasmo”

64e5ce34-056c-49f5-be31-f89efceac739In questo mese stiamo parlando con i giocatori della stagione 2010/2011. Oggi è il turno di Tommaso Ghinassi, difensore centrale che nei Grigi ha fatto miracoli in quella stagione.

Ho tanti ricordi belli di quell’annata – esordisce Ghinassi -: il mister, i compagni che ho avuto e soprattutto il sogno che avevamo tutti in testa e che abbiamo provato a far avverare fino alla fine… Le difficoltà che avevamo erano sotto gli occhi di tutti ma si percepiva che la gente era dalla nostra parte e questo ci ha spinto a stare ancora più uniti. Chiunque giocasse dava sempre il 100% ed io stesso mi ricordo che quando non giocavo impazzivo, ci stavo male! Per quanto riguarda la semifinale playoff non vorrei nemmeno ricordare un arbitraggio a dir poco ‘sfortunato’ per noi ed è stata dura da mandare giù, li è finito tutto quello per cui avevamo combattuto”.

Il giocatore ora è in Serie D al San Donato. “Mi trovo bene – continua Ghinassi –, mi allenavo con loro già da dicembre ed ho deciso di concludere qui questa annata travagliata. Sono una realtà piccola di persone per bene e sono contento di poter dare il mio contributo, il calcio è cambiato molto in questi ultimi anni, purtroppo in peggio, e per come la vedo io a 31 anni non ha più senso fare il professionista in certe società”.

Ghinassi difende la scelta del Presidente Di Masi di tenere una linea green per questa stagione anche se non nega che anche lui si sarebbe aspettato di vedere i Grigi più in alto. “Alessandria – prosegue il difensore – è una piazza esigente che non si accontenta e che vorrebbe essere sempre in cima alla classifica, ma il discorso da fare credo sia più ampio. Il calcio, come dicevo, vive un momento di profonda crisi ed il presidente ha investito tanto raccogliendo meno di quello che ci saremmo aspettati tutti, credo sia fisiologico tirare il fiato. Quello che servirebbe sarebbe riaccendere l’entusiasmo”.

L’ex giocatore grigio non si vede lontano dal calcio nemmeno una volta conclusa la carriera da calciatore. “Vorrei giocare finché il mio corpo me lo permette – continua – e poi rimanere nel calcio ma in un altra veste”.

Per concludere Ghinassi ha accennato ad un suo eventuale ritorno in maglia Grigia. “Ad Alessandria – conclude Ghinassi – sono stato bene, ho ancora tanti amici là… e, perché no, tornare non sarebbe per niente male”. Di certo la Nord gradirebbe un suo eventuale ritorno.

Commenta