I Tori sulla strada dei Mondiali

_dsc0641Nel prossimo marzo negli Emirati Arabi Uniti è previsto il più grande evento umanitario e sportivo a livello globale del 2019. I Giochi Mondiali Special Olympics di Abu Dhabi vedranno la partecipazione, in 24 diverse discipline sportive, di ben 7.000 Atleti affiancati da 2.500 coach, sostenuti da 20.000 volontari e incitati da un numero di spettatori sui vari campi gara stimato in più di mezzo milione. Numeri incredibili ai quali contribuirà anche la delegazione italiana composta da 115 atleti, 44 tecnici e 3 delegati per un totale di 162 azzurri. Fra questi anche tre rappresentanti dei Bulls che avranno l’onore di vestire la maglia della Nazionale nel Team Basket: Samantha Scioscio e Steven Bragato rispettivamente play e ala della squadra “tradizionale” e Marco Petrozzi in veste di head coach della formazione “unificata”. Mentre Coach Petrozzi è alla sua quarta partecipazione ad un evento mondiale, per Samantha e Steven si tratta dell’esordio assoluto in una competizione iridata. In preparazione alla trasferta che dall’8 al 21 marzo vedrà impegnata l’Italia il Team Basket, composto dalla squadra tradizionale e da quella unificata, si è radunato a Treviso per gettare le basi di un progetto che mira a confermare gli ottimi piazzamenti dei Mondiali di Los Angeles (un terzo e quarto posto). Una full immersion cestistica, nella splendida cornice della Città dello Sport della Ghirada, che ha offerto spunti molto interessanti allo Staff  confermando le prime impressioni avute durante il pre-raduno di Montecatini dello scorso giugno. Indicazioni positive non solo dal punto di vista tecnico-tattico ma anche per quel che riguarda l’amalgama fuori dal campo. “Quando abbiamo pensato alle convocazioni” ricorda Petrozzi “abbiamo cercato di comporre due team altamente inclusivi scegliendo di offrire anche a delle Atlete femmine l’opportunità di rappresentare l’Italia sui parquet di Abu Dhabi costruendo formazioni miste”. Le attività si fermano per la pausa estiva, ma lo staff tecnico nazionale sta già gettando le basi per l’organizzazione del prossimo raduno previsto ancora in Veneto per la fine di settembre.

Commenta