Doppio successo sulla Via Emilia

img_0360-2Domenica scorsa a Scandiano i Tori erano chiamati al doppio impegno contro il GSD Limbiate e i padroni di casa del Reggio Boiardo. Trasferta impegnativa quella emiliana alla quale i Tori partecipano in piena emergenza causa le defezioni di Fishta e Zanda e le condizioni precarie del centro Stasio non al top dopo il trauma distorsivo alla caviglia destra. Il primo match di giornata contro i lombardi mette subito in evidenza la poca profondità della panchina: nel primo quarto i Bulls partono piano in attacco, ma le scarse percentuali al tiro vengono parzialmente compensate da una buona difesa che riesce a limitare la pericolosa ala Tangriti (soli 8 punti per lui a fine partita). Kondi e compagni vanno all’intervallo lungo con un ben poco rassicurante vantaggio di 3 punti. Coach Petrozzi, che al rientro opta per una più aggressiva difesa a uomo, chiede ai suoi di andare a prendere alti gli avversari: il parziale di 11 a 4 con il quale si apre il terzo quarto indirizza l’incontro verso un finale più tranquillo e alla sirena saranno 16 i punti di vantaggio che coincidono con quelli messi a referto da un concentratissimo Bragato. La partita contro gli emiliani si preannuncia molto equilibrata: lo testimonia l’andamento del match di andata a Genova in cui i mandrogni riuscirono a prevalere solo dopo un tempo supplementare. Per cercare di portare a casa il nono successo stagionale di fila i Bulls dovranno dare il 101% e limitare il gioco esterno di Scardovelli (già nazionale ai Mondiali di Los Angeles) e Antoniani, praticamente infallibili dall’arco dei 6,75. Marcatura a uomo per loro in una “triangolo e due” in cui Kondi e Pravatà sono chiamati a dare il massimo per non concedere tiri aperti. Scardovelli non trova la misura ma Antoniani, con un micidiale 3 su 4 nel secondo quarto, tiene a galla i suoi e li porta al pareggio. Nella seconda metà di gara i Bulls giocano la migliore pallacanestro della stagione: Bragato (21 punti e 12 rimbalzi) domina nel pitturato, Kondi ne mette due di fila da tre punti e Scioscio e Dell’Ernia contribuiscono al +20 finale. Il doppio successo spalanca ai Bulls le porte delle finali di Senna Comasco del prossimo maggio, dove avranno ottime probabilità di confermare l’oro della passata stagione. Intanto i Tori continuano gli allenamenti in vista del tradizionale appuntamento con “Campioni allo Specchio” del 22 aprile, il torneo di basket unificato sotto la Mole per la regia dell’ASD Pandha di Torino.

Commenta